mercoledì 28 maggio 2008

Era Maggio.


Sono sempre sul tram
dove scorre sempre
la città
come un bosco
di misteri chiusi.
Corso Einaudi
Corso Mediterraneo
e sento gli altri che
parlano & parlano
e a me si spezzano
le parole in bocca
come cocci di vetro
silenzioso.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Che bello quando volavo sul tram per incontrarti a Piazza Vittorio...rigorosamente in piedi sui tram di Torino, pronta a saltare giù per aguzzare la vista e cercarti tra i portici, tu col cappotto scuro e gli occhialini neri!!!

Sembra un miliardo di anni fa ma il ricordo è intatto.

con affetto immenso,

amis

noemi ha detto...

Amis, che cara grazie. E io come faccio a dimenticare le tue sciarpone di lana colorate e tutte le cose belle che mi hai detto in quei giorni di quell'anno che in effetti anche a me sembra lontanissimo ma per me tu sei sempre e ancora vicina e ci rivedremo presto a Roma a Catania o di nuovo qui!

amis ha detto...

Le mie sciarpone...quella allungabile all'infinito, bianca e nera, me l'aveva fatta mia Nonna, proprio per Torino, e glielo dicevo sempre che senza quella non avrei superato le 24 ore nel gelido Piemonte!

Quanti ricordi...

amis