lunedì 29 settembre 2008

E faticosissima.

La mia mamma è già tornata. Alla fine sono andata a prenderla e le ho portato un fiore di stoffa perché i fiori veri non le piacciono tanto. L'ho trovata a metà strada: stanchissima, ora sta già riposando di là nella sua stanza. La sveglierò quando sarà pronto il pranzo. Ha fatto una fatica notevole a capire tutto, e molte cose non le ha capite per niente. Ha una nuova collega "gentile" che si chiama Elisabetta. Il mondo le sembra un luogo enorme e brulicante di frasi sensate solo a metà. Con metà cuore e metà cervello, ma con tutte e due le sue gambe sta provando a vivere lo stesso. Si è commossa parecchio e ha paura di non farcela più. Tuttavia vuole andarci di nuovo domani. Per adesso vuole invece solo dormire, sembra che abbia scalato una montagna altissima. Sono contenta che l'ufficio sia vicino a casa e che oggi ci sia il sole.

Intanto ho comprato le arance e ho fatto una spremuta con lo spremiagrumi della prova del cuoco.

E domani speriamo che sia un altro giorno.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Oggi è San Michele, niente succede per caso. Tra gli arcangeli è il più forte, perché difende la sua Fede con la spada contro Satana. Se lui oggi ha accompagnato tua mamma sarà capace di infonderle la stessa forza.
Ciao
Annalisa

noemi ha detto...

...caspita: mia mamma si chiama Maria Michela!

Grazie Annalisa, spero che sia così.
Vedo che è proprio stanca: non si è ancora svegliata!!

Sara Giorgia ha detto...

Mi hai toccato l'anima anche questa volta. Scrivi amica mia, continua a scrivere... e grazie perché ci permetti di condividere con te questi momenti importantissimi.

Sara Giorgia.

noemi cuffia ha detto...

GRAZIE SARINA!