lunedì 25 maggio 2009

Colate di canicola incalcolabili.

Mi sento come se colate di caldo bruciante mi siano enrate nelle orecchie. La quantità è incalcolabile e mi stordisce. La mia testa è cosi pesante e schiacciata da non poter più esaurire un solo pensiero. A questa colata sembrano essersi appiccicati milioni di pollini, come piume di gallina sul miele. E non fanno che congestionarmi il naso, pigiarmi la gola e solleticarmi violentemente il palato. Così vago per la città e la casa come un pupazzo zuzzurellone e malconcio...

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Noemi, sono Laura della libreria Coop, rimembri? Sono finita sul tuo blog dalla pagina di facebook della libreria (posto infame - facebook, non la libreria!). Lo trovo spassoso e ti mando un saluto :-).

noemi cuffia ha detto...

Ciao Laura, rimembro certamente! Che piacere, grazie: sono contenta che tu sia capitata qui. Spero di venirti presto a trovare in libreria :D

Sara Giorgia ha detto...

Chicca mi viene in mente craccracricrecr degli Elii :)
a proposito di strane assonanze.........

noemi cuffia ha detto...

crackers? vado a fare merenda :)