venerdì 14 gennaio 2011

Esercizi di sopravvivenza.

Forse per la forma tonda, che ricorda quella delle mamme in attesa, o forse per la fama di guaritrice di mali invernali, l'arancia mi sembra un frutto pieno di promesse e di prospettive. In più sta lì per molto tempo nel frigo, con quel colore sgargiante e quella solidità che pochi altri possono vantare. Ad esempio il kiwi sa di fragile, o la mela. Per quanto buoni, non si adattano però a questo esercizio.

Per sopravvivenza intendo oltrepassare giornate scarse di novità, in cui le cose o i comportamenti perdono di significato. Ti senti a pezzi.
Pensi ai mali del mondo, all'ottusità, agli errori, alle ingiustizie, quelle grandi o quelle piccole.

Per non soccombere, per stare bene, quindi per riprendere la tua vita in mano e sganciarti dal malessere e dal vuoto interiore, puoi fare come me e iniziare a spremere un'arancia.

Una vertigine di senso accadrà sotto il tuo naso. Sentirai un profumo buono. Avrai compiuto un piccolo lavoro. Poi berrai, ti sentirai forte. Ma quel che più ci interessa, sarai forte davvero. E questa è solo una metafora per dirti che ce la puoi fare. Anche in un venerdì qualsiasi, quando tutto ti sembrava perduto, quando il disagio stava per prendere il sopravvento, avrai invece vinto la tua piccola battaglia quotidiana. E vinta una, le vincerai poi tutte.

6 commenti:

✿ Elena ✿ ha detto...

Sai cosa ti dico? Allora domani mattina spremo una vagonata di arance!
...se dici che mi riuscirà a convincere che ce la posso fare!! :))
Baci Baci

Le FUNKFUNK16 ha detto...

Io amo il profumo dell'arancia appena spremuta! Oggi è il giorno della consegna di una mia tesina, penso che se mi troverò in crisi andrò a spremermi qualcosa... dici che un pompelmo va bene? :-) cari saluti, Lola

noemi ha detto...

@Elena: ehehe mi dai soddisfazioni!! Secondo me funziona: poi dimmi com'è andata :D

noemi ha detto...

@Lola: un pompelmo va benissimo! Anche un melograno!

barchetta ha detto...

sacrosante parole, noemi! io la bevo ogni mattina e spremere l'arancia a mano è come darsi la carica con una manovella...e poi è buonissima la spremuta!

noemi ha detto...

@barchetta: è vero è vero, è buonissima ^_^