domenica 13 febbraio 2011

Letturedomenicali+tazzinadicaffè.

Oggi mi sono chiesta più volte quale fosse il senso della vita. Della mia, di quella degli altri. Ero alla manifestazione Se non ora quando? Ma senza certezze, né la presunzione di essere nel giusto. Solo con la voglia di cercare una strada per migliorare e di guardarmi intorno, di partecipare a un sentire comune e femminile, di consolidare il valore dei diritti delle donne oggi e per il futuro.

Ho visto cose belle, che mi hanno colpita. Altre invece che mi hanno lasciata perplessa. E le domande sul senso si sono rincorse tutto il tempo, scatenate da paure e speranze, in un alternarsi continuo.

Così, siccome in questi giorni ho letto un bellissimo libro della casa editrice Isbn, me ne è venuto in mente un altro, che ho qui con me da Natale, e che faceva davvero al caso mio.

Il senso della vita, di Oscar Brenifier e Jacques Després. Un piccolo albo illustrato che fa parte di una serie che i due autori francesi - un filosofo e un illustratore - dedicano alle grandi questioni dell'esistenza, spiegate però ai bambini. (per dire, la loro ultima fatica si intitola Il concetto di Dio).

Il gioco funziona così: "Alcuni credono che il senso della vita (...)/Altri credono che il senso della vita (...)". E pagina dopo pagina parole e immagini offrono due possibilità opposte. E sempre vere.

Ad esempio.

"Alcuni pensano che il senso della vita sia cercare di realizzare il proprio sogno, per quanto folle sia/Altri credono che il senso della vita sia accettare la realtà per quella che è e prendere ogni giorno così come viene".

Già. E le illustrazioni sono dei piccoli personaggi colorati nell'atto di rappresentare quei pensieri e quelle credenze, ogni volta diverse. E sono indescrivibili, delicati ed evocativi, si direbbero degli stati d'animo personificati (ad usum bambini ma anche, mai come in questo caso, adulti o per lo meno trentenni come me di sicuro).

E quindi? E io? E il senso della mia vita? Ovviamente il libro lascia aperta la questione, come anche questa giornata. Cosa è importante per me oggi? E per quale domani?


5 commenti:

✿ Elena ✿ ha detto...

Tanti auguri allora cara Noemi!! Buon compli-blog!
A me piace sempre venire a trovarti, leggere dei tuoi personaggi, dei tuoi desideri...i tuoi racconti...continua così!
Baci baci

noemi ha detto...

Ma grazie Elena!!!! Anche a me piace tanto passare dal gufetto :D :D

giuseppe benanti ha detto...

il segreto della vita: penso che risieda nella semplicità delle cose da amare e da godere,senza crearsi inutili problemi

noemi ha detto...

@giuseppe: concordo! i problemi piuttosto sarebbe meglio risolverli che crearseli :)

giuseppe benanti ha detto...

e già perchè se non li risolvi,ritornano,immancabilmente....