mercoledì 29 aprile 2009

Ecco a voi: i demolitori di entusiasmi.

"Non è semplice trovare motivi di felicità. Ma c’è un piccolo espediente per sopravvivere alla sfiga. Avvicinate il libro all’orecchio che ve lo dico: diserbare dalla vostra vita i DEMOLITORI DI ENTUSIASMI. Io li chiamo così. I demolitori di entusiasmi sono quelli che di mestiere entrano nella tua vita a piedi uniti e ti distruggono quel micron di felicità che ancora ti resta. Quelli che di professione fanno i trovatori di peli nell’uovo, categoria A freschissimo. Ma non facciamo l’errore di confonderli con i pessimisti. No, perché il pessimista una visione del mondo ce l’ha. Urenda, ma ce l’ha. Nera come un dark di notte ma ce l’ha. Il pessimista è uno che parte per una vacanza alle Mauritius e ha paura che arrivando là non troverà parcheggio. Il demolitore di entusiasmi, invece, è molto peggio perché non ha convinzioni. E siccome non ne ha, distrugge le tue. Il suo motto è: non preoccuparti, arriveranno tempi peggiori. E’ quello che ti dice: “Che bello questo nuovo taglio di capelli… peccato che non riuscirai mai a pettinartelo da sola”. Oppure, vedendoti carica di sacchi di umido, carta e vetro differenziati, ti sorride pietoso e sospirando ti fa: “Ancora ci credi? Beata ingenuità”. Che distillato di odio. Una circostanza in cui il DDE è particolarmente pernicioso è la questione casa.
Per far vedere la casa nuova a un demolitore di entusiasmi è meglio prima tracannarsi mezza bottiglia di Pampero, perché in uno stato di semiubriachezza gli strali fanno meno male. Lo schifosone parte sempre con un apparente complimento: “Bello…”, ma basta contare fino a tre che arriva la mazzata. Uno, due… e tre: “Peccato che…”. E parte l’elenco: la facciata è orrenda, la scala è ripida, l’ascensore è soffocante, il tetto è fradicio di amianto, la cantina è umida, sotto il pavimento circolano fiumi di radon e il muro maestro c’ha una bella crepa. Sottile, per adesso, e sottolineo per adesso."

(Luciana Littizzetto)

4 commenti:

Dave ha detto...

Bello il post, peccato che.

noemi cuffia ha detto...

Bel commento grazie! Peccato che sia incompleto... ;)

Sara Giorgia ha detto...

La sposa cadavere è stata la più odiosa demolitrice di entusiasmi che abbia mai conosciuto.
Rachitica, snob, immorale.
Besito.

noemi cuffia ha detto...

Ah ah ah non ne dubitavo...