lunedì 30 agosto 2010

Io e i miei peperoni stiamo bene insieme.

Tenetevi forte, perché questo non è un post per cuori deboli.
Grandi novità in casa tazzina. Vado subito al dunque, perché l'elenco si preannuncia scoppiettante.

1) La temperatura è scesa di ben due gradi. Da trenta a vent'otto. Che felicità.

2) Ho dei peperoni acquistati alla Sagra del Peperone di Carmagnola, roba seria.

3) Ho un ferro da stiro nuovo. Perché il vecchio perdeva marcescendo il povero asse giorno dopo giorno, una specie di tortura cinese per elettrodomestici.

Al momento, questa è la mia vita.

Panico. Manca tutto, è vero. E non manca niente, anche questo è vero. Mi sento strana, lenta, indietro e inadeguata. E al tempo stesso anche allegra per il fresco azzurro-torinese, per i peperoni da cucinare e per il ferro nuovo, col quale stirerò ascoltando la radio.

Non ci capisco più niente. Si accettano comunque scommesse per il futuro o letture gratis di fondi di caffè.

11 commenti:

Matte ha detto...

L'importante è che non provi a stirare i peperoni col ferro nuovo.

A parte le sciocchezze...
verrai al Festival delle Sagre ad Asti? Se non ci sei mai stata te lo consiglio!
Trattasi di una mega sagra che allestiscono in concomitanza col Palio, dove ogni comune dell'astigiano si presenta con uno stand in cui si possono gustare un paio di piatti tipici. Ogni piatto ha un costo ridotto ed è accompagnato da un bicchiere di vino gratis...
11-12 settembre...

Buone stirate e peperonate !
Vedo che non ti manca nulla: puvrun rus e puvrun giald!
Che fame...

noemi ha detto...

ah dici che non posso stirare i peperoni? E io che volevo pure fare anche un risotto al termometro questa sera. dannazione.

Sì, il Festival delle Sagre lo conosco, ci sono stata un po' di volte, è molto divertente. Forse ci andremo anche quest'anno, ma ancora non so di preciso.

Eh sì, adesso penso a come cucinarli!!!

rifugio da tutti ha detto...

ciao come va? sai che non ci ho capito molto? In realtà ho ancora la testa in ferie, niente pc, niente telefono, niente scocciatori, così sono ancora un pò confusa.
a presto

noemi ha detto...

;) fai bene a restare in sospeso ancora un po', meglio un rientro graduale...

Hemmm, il post in effetti è un po' confusionario, volevo esprimere l'inquietudine di questo mio periodo di attesa di avere notizie di lavoro, periodo in cui dovrei sentirmi depressa e ansiosa e invece poi bastano queste cose (peperoni, ferro, temperature più sopportabili...) a rendermi felice. E questa felicità nel mezzo di un momento che è e dovrebbe essere angoscioso per la mancanza di lavoro, mi confonde, mi fa sentire indietro rispetto agli altri e alla mia età, in cui dovrei aver già raggiunto molte mete che a me sembrano invece lontanissime.
Volevo dire questo ma non sono stata molto chiara, sorry.

Elena ha detto...

Definire "roba seria" i peperoni di Carmagnola mi ha fatto pensare a te come una drogata di peperoni! :)
Grande Noemi!!
baci baci

noemi ha detto...

he he ciao Elena, bentornata!
Lo sai che i tuoi commenti mi mettono sempre tanta allegria?
baci baci a te :)

rifugio da tutti ha detto...

tu sei stata chiarissima, mi è piaciuto molto il post. Sono io ancora in letargo.
Mi piace molto il fatto che ti concentri su quello che hai e non pensi a quello che non hai. Fai bene a fare così.
a presto

noemi ha detto...

@rifugio ma grazie ! Un po' di confusione in realtà c'è...
Poi la giornata va avanti, è ora di stirare, cucinare, correre, ed è già domani. Un abbraccio :D

Annalisa ha detto...

...per leggere i fondi di caffè dovrei riprendere il manuale delle giovani marmotte... (l'articolo la pagina è stata scritta da Amelia, quindi è attendibile)... solo che non ho i miei manuali sotto mano: vanno bene lo stesso le carte? ihihihih :D

noemi ha detto...

...grazie ma preferisco pazientare in attesa che ritrovi il manuale, mi fido solo di Amelia, sai com'è! ;)

Annalisa ha detto...

hai ragione... anche io hehe :) :D