mercoledì 1 dicembre 2010

1|12|2010

Ah, ma è il primo dicembre. Una data piena di 1 e di 2, di arrivi e di partenze e di zeri. Anche se oggi sono un po' mesta, volevo far notare la luce e l'atmosfera che nel pomeriggio si sono create dalle mie parti. Quell'affare, quella centrale, sembra sempre di più un vascello che sbuffa, forte del suo tortuoso e infinito viaggio. E così mi sento anch'io. Nel mezzo di qualcosa, come di un (oggi) gelido guado. Non vedo più la riva di partenza, non conosco ancora, e ancora, e ancora la sponda di arrivo. Qui c'è un po' aria da "linea d'ombra" etc. etc. Ma penso che magari capiti a tutti di interrogarsi sui punti cardinali, anche solo per un istante, prima dell'approdo.
Vero?

6 commenti:

Zuccaviolina ha detto...

wow! a me quel coso piace un sacco...hai proprio una bella vista al di là della tua grande finestra!
Buona navigazione! ;)

noemi ha detto...

@Zuccaviolina :) :) grazie Marta, vero che quel coso è molto suggestivo? Ormai lo guardo tutti i giorni...

✿ Elena ✿ ha detto...

Ma hai ragione: sembra un vascello che sbuffa!!
Io oggi ero partita "male"...poi mi sono tirata su! :) per fortuna, aggiungo!
Come ti capisco...condivido in pieno i tuoi pensieri!!
Baci baci

noemi ha detto...

@Elena: grazie grazie. E comunque è vero: alcune giornata partono storte ma poi si aggiustano ^^ ti manderò altre foto del "vascello incantato" ^^

barchetta ha detto...

alle barchette succede in continuazione!!!ma ho imparato, grazie a delle care e sempre sorprendenti "blogamiche":) che è questa l'emozione del viaggio!!!
buongiorno noemi!

noemi ha detto...

Buongiorno a te @Barchetta ^^ e grazie!