giovedì 17 marzo 2011

150° anniversario Unità d'Italia.

Ieri sera ho ascoltato il breve discorso televisivo di Napolitano sul centocinquantenario dell'Unità d'Italia. Ricordando come tutti in effetti abbiamo le nostre difficoltà, diceva che apparteniamo però sempre a qualcosa di più grande. Giusto! In questo caso una Nazione che prova a restare unità. Credo sia importante concentrarsi su questo, sul far andare bene le cose proprio quando sembra un'impresa impossibile.

Quanto a me, di madre siciliana e padre piemontese, mi sento, come tanti, il sangue di due rappresentativi opposti del Paese. Un po' l'esempio di come due cose molto lontane da ogni punto di vista possano avvicinarsi tanto da dare anche frutti. Questo gesto di mettersi insieme, di unirsi, è stato decisivo per tutti noi e facciamo ancora fatica a capirlo. Non credo sia importante comunque amarsi alla follia, ma rispettarsi, capirsi e lavorare gli uni al fianco degli altri senza farsi male. Ce la faremo? Spero di sì. Intanto oggi è un giorno di festa, ed è spuntato anche il sole, mi sembra di capire, un po' ovunque.

Auguri italiani che leggete questo blog. E poi un pensiero particolare ai giapponesi che vivono qui e agli italiani che si trovano in Giappone in queste ore.

4 commenti:

Le FUNKFUNK16 ha detto...

Cara Noemi che bel post! Questa mattina mi sono arrabbiata un po' sai? Su un giornale funklandese ho letto un articolo sull'unità d'Italia presentata come una storia di decadimento. Che tristezza... Ma mi piace il tuo positivismo che non manca mai! Anche io figlia di emigrati italiani mi sento vicina all'Italia oggi! Auguri!

Lola

Zia Atena ha detto...

RISPETTARSI..hai detto bene...
Credo che sia questo quello che ci manca..per il resto abbiamo tutto!!!

Buona giornata...

tiziana ha detto...

Mi unisco...

noemi ha detto...

@Lola: che tristezza sentire che ci vedono così, anche se un po' ce la siamo cercata: non possiamo far altro che provare a smentire quelle brutte opinioni... un abbraccio grande a Funklandia.

@Zia Atena: grazie :)

@tiziana: un abbraccio :)