lunedì 7 marzo 2011

Il libro italiano del decennio?

Buonlunedì. Oggi mi unisco a un'iniziativa dei blogger Chiara di In Between Words e Giulio Passerini di Who's the reader?

L'idea è quella di trovare IL libro italiano del decennio.

Ce la faremo? La risposta è che ci serve il vostro aiuto (sotto forma di commenti ai blog) di lettori e amanti dei libri e sfogliatori di pagine cartacee o virtuali, spettatori di copertine e in generale appassionati di letteratura, ma anche saggistica, ma anche poesia, ma anche qualsiasi altra cosa purché si tratti di parole usate per dire qualcosa di interessante o bello o entrambi. Ed è per questo che vi propongo un sondaggio:

Secondo voi qual è il libro che maggiormente ha segnato l'immaginario collettivo degli ultimi 10 anni?

Le vostre proposte sono importanti e non andranno certo perdute. C'è anche un progetto legato a questo sondaggio, su cui Chiara e Giulio stanno lavorando e che io ancora non so e quindi non svelo, ma potrebbe riguardare le copertine...).

Nel frattempo, buon inizio settimana.


12 commenti:

Anonimo ha detto...

Ok, mi lancio.

Però propongo un terzetto finalista, per iniziare il dibattito.

Io non ho paura, Ammaniti (2001)
I giorni dell'abbandono, Ferrante (2002)
La solitudine dei numeri primi, Giordano (2008)

Fuoco alle polveri (dei commenti!)

ciao
F.

noemi ha detto...

@F. grazie mille per le tue proposte! :)

pencil ha detto...

bhe credo che pensare a gomorra sia inevitabile...
di mio aggiungerei anche la casta

Trilli ha detto...

Voto: mi associo all'anonimo col primo titolo: Io non ho paura, Ammaniti. E poi ci metto anche Venuto al mondo, M.Mazzantini

Ciao!

Trilli ha detto...

Ti dò due titoli: mi associo all'anonimo con Io non ho paura, N.Ammaniti; e ti aggiungo anche Venuto al mondo, M.Mazzantini.

Seguo il dibattito! Ciao alla prossima

inbetweenwords ha detto...

Ciao anonimo F., mi associo al grazie per la risposta e trovo ottime le tue proposte. Sarebbe ancora più fantastico se ci dicessi un titolo solo, quello che tra i tre, secondo te, è più significativo... :)

dariodeseppo ha detto...

Potrebbe essere Gomorra di Roberto Saviano...

noemi ha detto...

@pencil: concordo!! e grazie :)
@Trilli: vero, stupendo anche Venuto al mondo! grazie!!
@inbetweenwords: grazie per la precisazione!
@dariodeseppo: concordo!!

GRAZIE a tuttti!!!

Anonimo ha detto...

Ciao tutti!

Gomorra - touché – è un saggio narrativo, per questo l'ho escluso dalla mia lista. Mi sono imposta solo la narrativa pura. Però sono d'accordo, è sicuramente uno dei libri del decennio.

My winner is: Io non ho paura.

Anche se... ragazzi... il libro della Ferrante è proprio bello.
E quello di Giordano ha venduto talmente tante copie che sarà il libro del prossimo decennio, probabilmente.

salut!!

F.

noemi ha detto...

@F. ciao e grazie! Vada per Io non ho paura: anche a me è piaciuto moltissimo! La Ferrante invece non l'ho letta. Su Giordano anche sono d'accordo :) a presto!

gastanuke ha detto...

Gomorra di certo ha ribaltato l'editoria, il giornalismo, la cultura e pure la tv.
Parlando di narrativa mi piacerebbe che Erri de Luca fosse più letto. Il giorno prima della felicità, magari?o meglio, Montedidio!
E Blackout, di Morozzi?

noemi ha detto...

@gastanuke: grazie :) benvenuto!! Sì sono d'accordo su Gomorra. Erri de Luca, è vero, anche io lo conosco poco. Giusto per Blackout!!