venerdì 2 aprile 2010

Colomba.

A volte mi sento come una trapezista. In cima al trabiccolo, in punta di piedi guardando il vuoto. Tra un vuoto d'aria, ma anche di spazio e tempo, e l'altro, la trapezista si appiglia a qualcosa che per lei, in quel momento, diventa importantissimo. Finito il numero, probabilmente gettando ancora uno sguardo verso quelle altalenine su cui si tiene, proverà un forte senso di gratitudine e sicurezza. Così, metaforicamente, io mi sento grata a questa colomba di Pasqua. Parrà assurdo, ma è la verità. E più ancora mi sento grata a Giuliana ed Emanuela, le geniali e più volte citate su questo blog ideatrici delle ormai imprescindibili
Ricette della Fuffa. Grazie a loro infatti ho potuto scegliere e ordinare la colomba che vedete nella sua confezione e che, come potete leggere su questo bel blog (quello della Fuffa), arriva direttamente da L'Aquila, Abruzzo. Le amiche fuffologhe, infatti, hanno aderito al bellissimo progetto chiamato 99 Colombe, in aiuto di una azienda dolciaria che aveva risentito in modo pesante della devastazione seguita al terremoto dell'anno scorso. Cito dal blog 99 Colombe: "A quasi un anno dal terremoto, un gruppo di blogger si interessa di un'azienda storica di L'Aquila, attiva dal 1835, Sorelle Nurzia, in forte difficoltà entro un contesto tutt'ora disastrato. L'intento di 99 Colombe non è di promuovere una vendita una tantum, ma di far conoscere l'azienda e i suoi prodotti, molto apprezzati in una circoscritta area, anche fuori dal suo ambito tradizionale. Nel giro di una settimana ha raccolto una notevolissima, solidale adesione in tutto il mondo del web". Qui trovate il sito di questa azienda. E qui il blog 99 Colombe, nato il 10 marzo. Dove, tra l'altro, in home page, vi apparira anche il richiamo a un interessante gioco-happening culinario (e non) che avverrà tra il 5 e il 6 aprile.

Si può proporre un'idea di ricetta, ma anche un pensiero, una poesia, un racconto che riguardino i prodotti delle Sorelle Nurzia. Questo perché simbolicamente 99 (sono di più) blog nello stesso giorno del terremoto del 2009 si uniscano con un intento comune. Che è quello di far conoscere questi amabili prodotti dolciari a quante più persone possibili. Vorrei proprio partecipare anche io, magari con qualcosa a base di caffè!

Ecco, sì, dicevo, è così che mi sento ora, con questa colomba sul tavolo della mia cucina. Sicura di attraversare la vita quotidiana attuale con un appiglio saldo e dolce. Sono proprio in cerca di queste cose. E chi cerca, come si dice, a volte trova!
Buon inizio di week end pasquale a tutti :)

2 commenti:

Artemisia Comina ha detto...

ben venuta tra le colombe :))

noemi ha detto...

Grazie, è un vero piacere :) e in bocca al lupo!