sabato 18 giugno 2011

Wish Tree.

In questo momento desidero una sola cosa. Prendere spunto da una piccola ragazza che ho conosciuto oggi.

Sedici anni, una sorella di dodici, studia per diventare stilista, velo nero, solo da due anni in Italia, guance che diventano amaranto alla vista di un ragazzo, cresciuta in Marocco.

Parlava italiano bene, anche se non smetteva di ripetere che si vergognava. In realtà doveva essere fiera di se stessa. Le cose non sono per niente semplici per lei. Eppure i suoi modi ultra gentili, la sua voglia di assomigliarmi nella conversazione, perché mi sapeva più grande di età e torinese e chissà che cos'altro, i suoi slanci curiosi di sapere tutto, i suoi occhi castani e luccicanti mi guardavano come per dire: ricordati che tu sei ancora così, come me.


6 commenti:

"Italian Girlfriend" ha detto...

Che bello :) Riesci sempre a catturare alcuni tratti dell'anima delle persone che incontri e a farli vivere sulla "pagina". Ci starebbe bene anche un bel raccontino! :)

noemi ha detto...

@Italian Girlfriend: :) :) :) Grazieeeeeeeeee !

Marta Traverso ha detto...

Sono queste piccole cose che rendono grande la nostra voglia di vivere..

Concordo sul raccontino! ;)

noemi ha detto...

@Marta: ma grazie grazie :)

LauraC. ha detto...

che bello!
ma soprattutto Noemi, ti dava del lei? :-)))

noemi ha detto...

@LauraC: hehe, no no per fortuna mi dava del tu, ravvedeva in me lampi di gioventù :D